Lunar City, al cinema la Luna che verrà

Il docufilm per tre giorni nelle sale italiane

Sarà proiettato da lunedì 17 a mercoledì 19 febbraio, in ottantacinque sale cinematografiche italiane, il documentario di Alessandra Bonavina “Lunar City”, un’altra occasione per celebrare il cinquantesimo dello sbarco sulla Luna.

La locandina del documentario evento Lunar City.

Attraverso immagini, filmati e interviste, il docufilm ripercorre il lungo cammino verso la scoperta e la conquista dello Spazio, evidenziando il grande desiderio di conoscenza dell’essere umano e la sua voglia di superare ogni confine.

A partire da quell’incredibile 20 luglio 1969, vengono raccontati successi e fallimenti, progressi tecnologici, traguardi raggiunti, e sottolineate le prospettive presenti e future della ricerca spaziale. 

Il documentario narra, infatti, la missione Artemis, condotta dalla NASA in collaborazione con aziende spaziali commerciali e altre agenzie internazionali quali l’Agenzia spaziale europea (European Space Agency, ESA),  la Japanese Aerospace Exploration Agency (JAXA) e la Canadian Space Agency (CSA), che entro il 2024 mira a tornare e, questa volta, restare sulla Luna. Il nostro satellite, attraverso la realizzazione di una stazione in orbita cislunare, diventerà infatti un luogo di osservazione, un avamposto per organizzare e progettare le future missioni spaziali verso Marte.

Il documentario sarà in sala dal 17 al 19 febbraio.

Dalle prime missioni spaziali degli anni Cinquanta, molte cose sono cambiate: dall’iniziale rivalità e sfrenata competizione tra USA e URSS, si è passati a missioni internazionali e a una dimensione collaborativa tra scienziati e astronauti di tutti i Paesi. Un cambiamento culturale che, come sostiene la regista, “intende in modo diverso l’esplorazione dello Spazio: non più una sfida tra Paesi ma una cooperazione internazionale”.

Patrocinato dall’Ambasciata americana in Italia e dal Centro studi americani, in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana e la NASA, il film potrà essere visto al cinema dagli studenti delle scuole medie e superiori fino a tutto il mese di giugno (prenotazioni già aperte tramite piattaforma Keaton).

Un momento delle riprese del documentario Lunar City.

Ma Lunar City non è solo un film. Chi volesse rivivere le emozioni degli astronauti, camminare sulla superficie lunare, salire a bordo del Columbus, il modulo europeo dalla Stazione spaziale internazionale, potrà farlo attraverso la realtà virtuale, visitando fino al 3 maggio 2020 al Museo del ’900  di Venezia Mestre, la mostra interattiva “Lunar City Vivi l’esperienza”, realizzata con i materiali originali del docufilm, e curata dalla stessa Alessandra Bonavina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *